Lauree magistrali

image 55633

L'offerta formativa per le Lauree Magistrali del Dipartimento di Studi Umanistici dell'Università è ampia e articolata, continuamente aggiornata alle tendenze della ricerca scientifica e degli ambiti di studio. Dall'A.A. 2021/2022 sono attivi 2 nuovi corsi di Laurea Magistrale: Scienze umane per l'ambiente (LM interclasse LM-1 e LM-19) e Strategie culturali per la cooperazione e lo sviluppo (LM-81).

3 dei nostri corsi di Laurea Magistrale (Filologia, Letterature e Storia dell'antichità LM-15; Religioni, Culture, Storia LM-64; Storia e Società LM-84) , accanto al curriculum tradizionale, hanno un curriculum internazionale (double degree) che permette di conseguire un doppio titolo (uno presso l'Università Roma Tre, l'altro presso l'Università europea consorziata)

Archeologia (LM-2)

120 CFU 2 anni classe di laurea LM-2

Il corso di Laurea Magistrale in Archeologia è finalizzato alla formazione di laureati e laureate con conoscenze approfondite nei principali campi di ricerca delle discipline archeologiche relative al mondo mediterraneo ed europeo, dalla preistoria alla protostoria, dall'etruscologia all'archeologia classica e alla storia dell'arte antica, dei principi e dei metodi della tutela, della conservazione e della valorizzazione del patrimonio archeologico.

Il corso permette inoltre l'acquisizione di competenze avanzate nelle metodologie della ricerca, sia per quanto riguarda le tecniche dello scavo archeologico sia in relazione ai metodi di classificazione e analisi delle diverse fonti archeologiche e delle diverse categorie di materiali.

Infine il corso approfondisce le competenze nell'area storica e filologico-letteraria per il conseguimento di una solida formazione nelle discipline archeologiche. È prevista la possibilità di specializzarsi in uno degli ambiti tradizionali della ricerca archeologica: pre-protostoria, archeologia classica, topografia antica, archeologia cristiana e medievale, archeologia orientale.

Il percorso formativo è articolato in prove di esame nelle discipline caratterizzanti (tot. 54–60 CFU), finalizzate all'acquisizione di conoscenze e competenze in discipline relative alla Archeologia e alle antichità classiche e medievali, alla Storia antica e medievale, alle Lingue e letterature antiche e medievali; all'Archeologia e all'Arte del Vicino Oriente antico; nelle discipline affini e integrative (tot. 12–18 CFU), finalizzate all'acquisizione di conoscenze specifiche; nelle discipline a scelta dello studente (tot. 12 CFU) e in idoneità da maturare in attività di laboratorio, stage e di tirocinio (tot. 6–12 CFU). Infine 30 CFU sono riservati alla prova finale, ovvero alla tesi di ricerca concordata con il relatore che lo studente potrà elaborare in modo critico e autonomo.

image 177737

Link identifier #identifier__112182-1Curriculum unico

I laureati e le laureate del corso di Laurea Magistrale in Archeologia avranno la possibilità di accedere ad un corso di Link identifier #identifier__9137-11Dottorato di ricerca, secondo le disposizioni dei regolamenti ministeriali e dei singoli Atenei, o a un Master anche di secondo livello secondo le normative dell'Ateneo che lo organizza. Il Dipartimento di Studi Umanistici propone in particolare i Master Esperti nelle attività di valutazione e di tutela del patrimonio culturale e Strumenti scientifici di supporto alla conoscenza e alla tutela del patrimonio culturale

Le attività obbligatorie del corso di Laurea sono finalizzate alla preparazione per l'accesso ai corsi di Dottorati di ricerca nella seguente area disciplinare: Area 10-Scienze dell'Antichità Filologiche Letterarie e Storico-Artistiche.

VICE COORDINATRICE

Link identifier #identifier__151492-2Prof. Alexia Latini

CONTATTI

Telefono: +39 06.57338628
Email: didattica.beniculturali@uniroma3.it

Link identifier #identifier__19051-3vai all'elenco tutor

Didattica dell’Italiano come seconda lingua – DIL2 (LM-39)

120 CFU 2 anni classe di laurea LM-39

Link identifier #identifier__18414-4A.A. 2022/2023 - Guida studente e lista degli insegnamenti

Il corso di Laurea in Didattica dell'Italiano come Lingua Seconda (DIL2) si propone di formare laureate e laureati magistrali preposti all'insegnamento della lingua e cultura italiana a parlanti non nativi, e di fornire loro la possibilità di utilizzare fluentemente, in forma scritta e orale, una lingua dell'Unione Europea oltre l'italiano.

Il Corso mira, inoltre, a sviluppare ampie competenze in ambito letterario, politico-culturale, storico, artistico e musicale della tradizione italiana, fornendo altresì strumenti metodologici flessibili atti ad affrontare le questioni relative all'insegnamento delle lingue in un contesto multiculturale.

Tali conoscenze e tali competenze sono raggiunte attraverso un percorso incentrato su due specifiche e preponderanti aree di apprendimento:

  • Linguistica e glottodidattica per l'insegnamento dell'italiano L2
  • Civiltà letteraria italiana e dinamiche interculturali

Nel primo anno è previsto il conseguimento di un congruo numero di crediti formativi nei SSD relativi alla linguistica e alla storia della lingua italiana (L-FIL-LET/12), Filosofia del linguaggio (M-FIL/05), le letterature antiche e moderne (L-FIL-LET/02, L-FIL-LET/04, L-FIL-LET/10, L-FIL-LET/11), in alcuni SSD che si occupano di lingua e traduzione (L-LIN/07, L-LIN/12). Integrano il quadro delle attività formative gli insegnamenti relativi alle discipline storiche e geografiche (L-ANT/02, L-ANT/03, M-GGR/01, M-STO/02, M-STO/04).

Nel corso del secondo anno la formazione nell'area di apprendimento Linguistica e glottodidattica per l'insegnamento dell'italiano L2 è completata attraverso il conseguimento di un adeguato numero di crediti formativi nei SSD L-LIN/01 e L-LIN/02, mentre per quel che riguarda l'area di apprendimento Civiltà letteraria italiana e dinamiche interculturali, oltre i SSD L-LIN/07 e L-LIN/12, previsti al primo anno, si perfezionerà il percorso con un insegnamento a scelta nei SSD inerenti le discipline informatiche, logico-filosofiche, socio-antropologiche e psico-pedagogiche (INF/01, M-PSI/04, M-DEA/01, SPS/08) e con la scelta di un esame tra le discipline nell'ambito della storia dell’arte (L-ART/01 L-ART/02 L-ART/03).

image 177228

Link identifier #identifier__6700-5Curriculum unico

VICE COORDINATRICE

Link identifier #identifier__161826-6Prof. Elisa De Roberto

CONTATTI

Telefono: +39 06.57338634 –0657338472
Email: didattica.lettere@uniroma3.it

Link identifier #identifier__160813-7vai all'elenco tutor

Filologia letterature e storia dell’antichità (LM-15)

120 CFU 2 anni classe di laurea LM-15

Link identifier #identifier__48505-8A.A. 2022/2023 - Guida studente e lista degli insegnamenti

Il corso di Laurea Magistrale in Filologia, Letterature e Storia dell'antichità si prefigge i seguenti obiettivi formativi, espressi in termini di risultati attesi:

  • l'acquisizione di approfondite conoscenze e di elevata capacità di comprensione critica nel campo della filologia e delle letterature dell'antichità greca e latina e in quello della storia antica e tardoantica, tali da consentire, in un contesto anche di ricerca, l'elaborazione e/o lo sviluppo di idee originali e innovative;
  • l'acquisizione di avanzate competenze nel campo delle metodologie proprie delle scienze storiche e filologiche, nonché delle specifiche tecniche di ricerca richieste per il reperimento e l'uso critico delle fonti letterarie e documentarie giunteci dall'antichità, alla luce dei risultati della ricerca internazionale in tale campo;
  • l'acquisizione di un'approfondita conoscenza teorica e applicata – fondata sulla lettura e l'analisi di testi arcaici, classici, postclassici e tardoantichi – nel campo delle lingue e letterature dell'antichità greca e latina, del loro contesto storico e culturale, della loro fortuna in età medievale, moderna e contemporanea, con possibilità di allargamento alla storia antica dell'Europa e del bacino del Mediterraneo, con riguardo anche ai rapporti con il vicino Oriente;
  • l'acquisizione, in riferimento ai precedenti punti, di abilità nell'affrontare tematiche nuove e risolvere problemi ad esse correlati, inseriti in contesti più ampi o interdisciplinari, connessi al settore dello studio dell'antichità;
  • l'acquisizione, in riferimento ai precedenti punti, della capacità di integrare le conoscenze e gestirne la complessità, nonché di elaborare osservazioni e formulare valutazioni e giudizi sulla base di informazioni anche parziali e frammentate, nel contesto di una matura consapevolezza delle responsabilità sociali ed etiche, oltre che scientifiche, collegate all'applicazione di tali conoscenze e giudizi;
  • il consolidamento della capacità di utilizzare criticamente i principali strumenti informatici disponibili nel campo dello studio dell'antichità e fruibili in un contesto di digital humanities;
  • il consolidamento della capacità di utilizzare fluentemente, in forma scritta e orale, almeno una lingua dell'Unione europea oltre l'italiano, con riferimento anche al lessico disciplinare della scienza dell'antichità;
  • l'acquisizione, con particolare riguardo ai precedenti punti, di capacità di apprendimento che consentano, dopo il conseguimento della Laurea Magistrale, di proseguire in modo anche autonomo lo studio nei campi individuati;
  • l'acquisizione di abilità comunicative finalizzate alla trasmissione chiara e razionale, a interlocutori specialisti e non specialisti, delle conclusioni raggiunte, in termini di conoscenze, di metodo e di implicazioni.

2 CURRICULA

image 101700 image 76683

Link identifier #identifier__13936-9Curriculum standard

Link identifier #identifier__21307-10Curriculum internazionale (EMCC - European Master in Classical Cultures)

Il Corso di Laurea Magistrale in Filologia, letterature e storia dell'antichità fornisce una formazione pienamente funzionale a tutte le attività collegate con la trasmissione a livello elevato del sapere umanistico, con particolare riguardo alle competenze disciplinari richieste per la professione di docente.

In particolare, i laureati e le laureate sono nella condizione di prevedere come occupazione l'insegnamento nella scuola media, inferiore e superiore, una volta completato il processo di abilitazione all'insegnamento e superati i concorsi previsti dalla normativa vigente.

I laureati e le laureate del Corso di Laurea Magistrale in Filologia, letterature e storia dell'antichità hanno la possibilità di accedere, secondo le vigenti disposizioni normative e regolamentari, a Corsi di Dottorato di Ricerca o a Master, specificamente di secondo livello: le attività obbligatorie del Corso di Laurea Magistrale sono particolarmente idonee alla preparazione per l'accesso a Link identifier #identifier__158837-29Corsi di Dottorato di Ricerca di ambito antichistico e storico.

Le attività a libera scelta, oltre ad essere orientate in maniera più specifica ad acquisire una preparazione nelle diversificate prospettive professionali previste, a fronte di un mercato del lavoro in continua trasformazione, consentono l'accesso a ulteriori tipologie di Dottorato di Ricerca non strettamente connesso allo studio del Mondo Antico.

Inoltre i 6 cfu conseguibili fra le 'altre attività', non inquadrate negli ambiti scientifico-disciplinari, saranno indirizzate a conseguire ulteriori conoscenze linguistiche e soprattutto ulteriori abilità informatiche, rapportate all'applicazione delle digital humanities alle Scienze dell'antichità.

Gli studenti e le studentesse del corso di Laurea Magistrale Classe LM-15 (Filologia, letterature e storia dell’Antichità) hanno l’opportunità di prendere parte allo European Master in Classical Cultures (EMCC), un percorso di laurea magistrale istituito da un consorzio di università europee.

Il corso di studi consente di conseguire un doppio titolo magistrale, uno nel proprio paese di origine e un altro in un’università estera.

Il percorso formativo si basa sulla Laurea magistrale Classe LM-15 (Filologia, letterature e storia dell’Antichità) e prevede pertanto che lo studente consegua un totale di 120 CFU/ECTS nell’arco di due anni accademici.

Ogni anno viene pubblicato un Link identifier #identifier__50255-38bando per l’accesso allo EMCC; tale accesso avviene tramite una procedura di selezione gestita presso ciascun ateneo dai coordinatori locali (a Roma Tre il prof. Pierfrancesco Porena e la dott.ssa Roberta Fabiani), poi perfezionata, in sede centrale, dal collegio di tutti i coordinatori dei diversi atenei consorziati.

Nel caso della Laurea magistrale Classe LM-15 (Filologia, letterature e storia dell’Antichità), i prerequisiti richiesti, già definiti in base all’art. 3 del regolamento, sono integrati dalla conoscenza di almeno due lingue moderne (l’inglese e la lingua del paese scelto come ospitante) oltre alla lingua italiana.

Gli studenti e le studentesse della Laurea Magistrale Classe LM-15 (Filologia, storia e letterature dell’Antichità) ammessi/e allo EMCC dovranno – per conseguire il doppio titolo – trascorrere un semestre in una delle università straniere consorziate (che potranno scegliere liberamente tra quelle con le quali Roma Tre ha già stretto accordi bilaterali) e conseguire un minimo di 30 CFU/ECTS.

È fondamentale rispettare gli obblighi formativi previsti nel regolamento della LM-15 assicurandosi, come previsto dai principi dello EMCC, una preparazione interdisciplinare, rispettosa anche degli ordinamenti in vigore presso l’università partner per la quale si è optato. La scelta degli insegnamenti da seguire nell’università ospitante viene operata con l’assistenza e la supervisione dei coordinatori locali di Roma Tre e quelli dell’università partner.

La tesi di laurea magistrale viene svolta in co-tutela, sotto la guida di due docenti, uno della propria università e uno dell’ateneo estero scelto. La discussione finale avviene nella sede di appartenenza dello studente.

Per maggiori informazioni visita la pagina dello Link identifier #identifier__197807-12European Master in Classical Cultures

VICE COORDINATORE

Link identifier #identifier__137428-13Prof. Mario De Nonno

CONTATTI

Telefono: +39 06.57338634 –0657338472
Email: didattica.lettere@uniroma3.it

Link identifier #identifier__4416-14vai all'elenco tutor

Italianistica (LM-14)

120 CFU 2 anni classe di laurea LM-14

Link identifier #identifier__113123-15A.A. 2022/2023 - Guida studente e lista degli insegnamenti

Il corso di Laurea Magistrale in Italianistica si prefigge i seguenti obiettivi formativi, espressi in termini di risultati attesi:

  • l'acquisizione di approfondite conoscenze e di elevata capacità di comprensione critica nel campo della Letteratura, della Linguistica e della Filologia italiana, discipline intese sia in senso cronologico sia in senso metodologico, tali da consentire l'elaborazione e/o sviluppo di idee originali e innovative, in un contesto anche di ricerca;
  • l'acquisizione di avanzate competenze nel campo delle metodologie proprie delle scienze linguistiche, letterarie e filologiche, oltreché delle specifiche tecniche di ricerca richieste per il reperimento e l'uso critico delle fonti letterarie e della comparazione con analoghe letterature straniere medievali, moderne e contemporanee;
  • l'acquisizione di un'approfondita conoscenza linguistica critica e metodologica fondata sulla lettura e sull'analisi dei testi, specie letterari, sia scritti nei volgari italiani che pertinenti alla lingua letteraria italiana, alla circolazione dei testi, alla fortuna degli autori e delle loro opere in età medievale, moderna e contemporanea, nonché all'interno delle tradizioni letterarie di paesi stranieri;
  • l'acquisizione, in riferimento ai precedenti punti, di abilità nell'affrontare tematiche e risolvere problemi nuovi e non familiari, inseriti in contesti più ampi o interdisciplinari connessi ai settori di scientifico disciplinari di pertinenza dell'italianistica (S.S.D. L-FIL-LET/10, L-FIL-LET/11, L-FIL-LET/12, L-FIL-LET/13 e L-FIL-LET/14);
  • l'acquisizione, in riferimento ai precedenti punti, della capacità di integrare le conoscenze e gestirne la complessità, nonché di elaborare osservazioni e formulare valutazioni e giudizi sulla base di informazioni parziali e frammentate, nel contesto di una matura consapevolezza delle responsabilità sociali ed etiche collegate all'applicazione di tali conoscenze e giudizi;
  • il consolidamento della capacità di utilizzare criticamente i principali strumenti informatici disponibili nel campo dello studio dell'italianistica e delle scienze ad essa correlate;
  • il consolidamento della capacità di utilizzare fluentemente, in forma scritta e orale, almeno una lingua dell'Unione europea oltre l'italiano;
  • l'acquisizione, con particolare riguardo ai precedenti punti, di capacità di apprendimento che consentano, dopo il conseguimento della Laurea Magistrale, di proseguire in modo anche autonomo lo studio nei campi individuati;
  • l'acquisizione di abilità comunicative finalizzate alla trasmissione chiara e razionale, a interlocutori specialisti e non specialisti, delle conclusioni raggiunte, in termini di conoscenze, di metodo e di implicazioni.
image 35542

Link identifier #identifier__193053-16Curriculum unico

Gli sbocchi professionali previsti per i laureati e le laureate del Corso di Laurea Magistrale in Italianistica sono in istituzioni specifiche, quali archivi di Stato, biblioteche, sovrintendenze, in centri culturali, fondazioni, aziende editoriali, con funzioni di elevata responsabilità; in organismi e unità di studio presso enti e istituzioni, pubbliche e private, sia italiane che straniere.

Le laureate e i laureati del Corso di Laurea Magistrale in Italianistica potranno anche esercitare funzioni di elevata responsabilità nei settori degli istituti di cultura e di ricerca di tipo specifico; in centri di studi e di ricerca, pubblici e privati; in istituzioni centrali e locali nell'articolato settore dei servizi culturali; nell'editoria scientifica e in quella connessa alla diffusione dell'informazione e della cultura letteraria e linguistica, anche a livello internazionale, pertinente l'italianistica.

Il Corso di Laurea Magistrale Italianistica stante la sua costituzione di tipo letterario, linguistico e filologico consente una formazione adatta a tutte le attività collegate alla trasmissione a livelli alti del sapere umanistico; in particolare è in grado di fornire le competenze disciplinari richieste per la professione di docente. I laureati e le laureate possono prevedere come occupazione l'insegnamento nella scuola primaria di primo e secondo grado, una volta completato il processo di abilitazione all'insegnamento e superati i concorsi previsti dalla normativa vigente.

Le attività a libera scelta possono permettere di migliorare la sua preparazione per le prove di accesso al dottorato di ricerca.

VICE COORDINATORE

Link identifier #identifier__182145-17Prof. Giuseppe Crimi

CONTATTI

Telefono: +39 06.57338634 –0657338472
Email: didattica.lettere@uniroma3.it

Link identifier #identifier__90359-18vai all'elenco tutor

Religioni, culture, storia (LM-64)

120 CFU 2 anni classe di laurea LM-64

Link identifier #identifier__94762-19A.A. 2022/2023 - Guida studente e lista degli insegnamenti

Il Corso di Laurea Magistrale in Religioni, Culture, Storia è frutto di una lunga tradizione di studi e risponde all'esigenza, largamente avvertita, di promuovere una formazione qualificata, fondata sulla conoscenza delle fonti scritte, figurative, orali, relative alle singole religioni considerate nella loro individualità; sulla conoscenza dell'evoluzione della storia religiosa dall'antichità ai nostri giorni; sull'acquisizione di competenze approfondite relative alle diversità religiose e, più in generale, al fenomeno religioso nella sua dimensione culturale e antropologica.

2 CURRICULA

image 34588 image 76683

Link identifier #identifier__58837-20Curriculum standard

Curriculum internazionale (Religions, Cultures, History / Religion in the Public Sphere)

Il Corso intende offrire agli studenti e alle studentesse un percorso formativo qualificato, che permetta loro di orientarsi in un settore largamente presente nella società e nella cultura contemporanea, quale quello della diversità culturale e, al suo interno, della diversità fra uomini e donne, determinata dalle tradizioni religiose. Il Corso consente, grazie al supporto dell'attività di tutorato avanzato svolta dalle/i docenti, di armonizzare le esigenze di una coerente formazione con le inclinazioni personali degli iscritti, anche nella prospettiva della ricerca.
Risultati di apprendimento attesi sono:

  • l'acquisizione di approfondite conoscenze e capacità di comprensione delle metodologie e delle tecniche necessarie per affrontare lo studio delle grandi religioni monoteistiche, delle religioni dell'area mediterranea e del mondo classico, delle religioni dell'Asia e di quelle di interesse etnologico;
  • l'acquisizione di approfondite conoscenze e capacità di comprensione relative all'identità storica e culturale nonché ai testi sacri e alle tradizioni esegetiche delle grandi religioni mondiali, con riferimento anche all'articolazione e alle problematiche legate al genere;
  • l'acquisizione di una conoscenza approfondita dei fenomeni, degli aspetti salienti e dell'evoluzione della storia religiosa, dall'antichità all'epoca contemporanea, allargando progressivamente gli orizzonti dai paesi del Mediterraneo agli altri paesi, la cui storia presenta eventi e personaggi di rilevanza religiosa;
  • l'acquisizione di autonoma capacità di ricerca nel settore delle scienze attinenti al fenomeno religioso, di soluzione di problemi nuovi o non familiari, anche nell'ambito di contesti interdisciplinari;
  • l'acquisizione della capacità di integrare le conoscenze e gestirne la complessità, anche in modo autonomo, nonché di elaborare osservazioni e formulare valutazioni (nel contesto di una matura consapevolezza delle responsabilità etiche e sociali di tali valutazioni) relativamente all'incidenza culturale e sociale del fattore religioso, con particolare attenzione alla pluralità degli ordini etico-giuridici (religiosi e secolari) presenti nella società contemporanea;
  • l'acquisizione delle abilità comunicative necessarie a trasmettere in modo chiaro e privo di ambiguità, sia ad interlocutori specialisti, sia a non specialisti, il metodo ed i risultati della ricerca scientifica sulle religioni.

Gli studenti e le studentesse del corso di Laurea Magistrale Classe LM 64 in “Religioni, Culture, Storia” dall'A.A. 2021/2022 hanno l’opportunità di optare per il curriculum internazionale Religions, Cultures, History / Religion in the Public Sphere.

Il corso di studi consente di conseguire un doppio titolo magistrale, uno nel proprio paese di origine e un altro in un’università estera.

Il percorso formativo si basa sulla Laurea magistrale Classe LM 64 in “Religioni, Culture, Storia” e prevede pertanto che lo studente consegua un totale di 120 CFU/ECTS nell’arco di due anni accademici.

Ogni anno viene pubblicato un bando per l’accesso al doppio titolo Religions, Cultures, History / Religion in the Public Sphere; tale accesso avviene tramite una procedura di selezione gestita presso ciascun ateneo dai coordinatori locali (a Roma Tre la prof.ssa Carla Noce, coordinata dalle/dai tutor Alberto D’Anna, Gennaro Gervasio, Maria Chiara Giorda), poi perfezionata, in sede centrale, dal collegio di tutti i coordinatori dei due atenei consorziati.

Gli studenti e le studentesse della LM 64 in “Religioni, Culture, Storia” ammessi/e al doppio titolo Religions, Cultures, History / Religion in the Public Sphere dovranno – per conseguire il doppio titolo – trascorrere un semestre presso l'Università  Gottfried Wilhelm Leibniz di Hannover e conseguire un minimo di 30 CFU/ECTS.

È fondamentale rispettare gli obblighi formativi previsti nel regolamento della LM 64 assicurandosi, come previsto dai principi dello EMCC, una preparazione interdisciplinare, rispettosa anche degli ordinamenti in vigore presso l’università partner. La scelta degli insegnamenti da seguire nell’università ospitante viene operata con l’assistenza e la supervisione dei coordinatori locali di Roma Tre e quelli dell’università partner.

La tesi di laurea magistrale viene svolta in co-tutela, sotto la guida di due docenti, uno della propria università e uno dell’ateneo estero scelto. La discussione finale avviene nella sede di appartenenza dello studente.

Per maggiori informazioni visita la pagina del doppio titolo Link identifier #identifier__125892-21Religions, Cultures, History / Religion in the Public Sphere

Gli sbocchi professionali previsti per i laureati e le laureate in Religioni, Culture, Storia pertengono al campo della ricerca, della comunicazione e della formazione relative all’ambito religioso, storico, filosofico, letterario e sociale. Tramite successivi percorsi formativi (p.e. dottorato di ricerca, master di secondo livello, tirocini, corsi professionalizzanti), potranno soddisfare ulteriori requisiti che permetteranno loro di assumere funzioni di maggiori responsabilità (p.e. nel campo dell'insegnamento).

VICE COORDINATRICE

Link identifier #identifier__129341-22Prof. Carla Noce

CONTATTI

Telefono: +39 06.57338634 –0657338472
Email: didattica.lettere@uniroma3.it

Link identifier #identifier__88769-23vai all'elenco tutor

Scienze Umane per l’Ambiente/Environmental Humanities (LM-1/LM-19)

120 CFU 2 anni classi di laurea LM-1/LM-19

In linea con l’attenzione programmatica dell’Ateneo rispetto alle questioni ambientali, con la crescente rilevanza nazionale e internazionale delle Environmental Humanities e a fronte della crescente diffusione dell’interesse generale per i temi della crisi socio-ambientale, il Corso in Scienze umane per l’ambiente propone una formazione volta all’acquisizione di strumenti metodologici e operativi per la raccolta e l’elaborazione di dati socio-culturali e socio-ambientali nonché per una comunicazione e una gestione delle informazioni su basi solide e documentate, nel quadro di un approccio integrato alle trasformazioni socio-ambientali.

A tale scopo, il percorso interclasse pone in sinergia la prospettiva metodologica inerente alla raccolta ed elaborazione di dati empirici (propria delle discipline demoetnoantropologiche, sociologiche, geografiche ed economico-statistiche), la prospettiva epistemologica di analisi e articolazione dei contenuti (offerta dalle discipline filosofiche, storiche, giuridiche) e l’acquisizione di una competenza approfondita nelle tecniche della comunicazione e della gestione dell’informazione.

Il percorso formativo mira pertanto alla formazione e alla diffusione di una cultura e di una sensibilità socio-ambientali come requisiti primari e professionali spendibili, in linea con quanto emerge nelle recenti iniziative internazionali e nelle direttive europee, nonché nelle politiche pubbliche nazionali e nei nuovi orientamenti dei settori della produzione e dei servizi.

image 155056 image 23094

Link identifier #identifier__80957-24Curriculum unico LM-1

Link identifier #identifier__152426-25Curriculum unico LM-19

 
Gli iscritti e iscritte al Corso di laurea matureranno conoscenze e competenze attraverso la sinergia e lo sviluppo delle potenzialità offerte dagli obiettivi formativi che qualificano le due classi di laurea interessate. In particolare, si prevede:
- una prima annualità comune, volta all’acquisizione di conoscenze e competenze disciplinari e metodologiche relative alla raccolta ed elaborazione di contenuti informativi - propria delle discipline demoetnoantropologiche nell’interazione con le discipline filosofiche, geografiche, sociologiche, storiche, politologiche, economiche – nonché all’acquisizione delle competenze per la gestione e la comunicazione di tali contenuti;
- una seconda annualità che prevede la diversificazione dei percorsi, rispettivamente dedicati all’approfondimento e alla declinazione specifica dei metodi e contenuti del versante demoetnoantropologico o dei metodi e contenuti pertinenti alle tecniche della comunicazione.
In questa prospettiva, il percorso curriculare si delinea nell’articolazione dei seguenti obiettivi formativi:
  • L'acquisizione delle competenze disciplinari demoetnoantropologiche applicabili alle trasformazioni socio-ambientali;
  • L'acquisizione di competenze metodologiche relative alla raccolta, al rilevamento e trattamento dei dati empirici pertinenti;
  • L'acquisizione di competenze proprie delle discipline demoetnoantropologiche nell’interazione con le discipline filosofiche, geografiche, sociologiche, storiche, politologiche, economiche;
    • L'acquisizione di adeguate competenze culturali per la gestione dell'informazione e la comunicazione in merito alle questioni socio-ambientali;
  • L'acquisizione di competenze gestionali e di redazione di contenuti relativi alle questioni socio-ambientali per le attività di comunicazione interna di istituzioni, imprese ed enti pubblici e privati;
  • L'acquisizione delle competenze necessarie all'uso delle nuove tecnologie della comunicazione in funzione delle necessità delle strutture interessate alla gestione delle informazioni relative alle trasformazioni socio-ambientali nelle comunità locali e nazionali.

Il Corso di studi proposto intende dunque offrire un percorso che affronti:

  • gli studi e gli strumenti per l’indagine dell’habitat culturale, quale spazio in cui si incarnano e si realizzano 'progetti umani' da analizzare con gli strumenti propri delle discipline antropologiche. Questo approccio prevede il superamento del binomio natura/cultura e l’elaborazione di una nuova prospettiva che include le diverse definizioni di umano e di vivente, a cominciare dalle relazioni interspecie, di genere e di parentela, per arrivare alle diverse forme della riproduzione, delle costruzioni culturali del corpo, della salute e della malattia;
  • gli studi del territorio nella duplice prospettiva interpretativa e descrittiva: conoscenza della morfologia del pianeta e dei fenomeni di globalizzazione, della pressione umana sulle risorse e dell’influenza di culture locali e religioni, in riferimento alle modalità degli insediamenti, alle tendenze storiche della demografia alle scienze e alle tecniche, alle analisi degli scenari, e in riferimento alle forme di governo e di cittadinanza investite dalle trasformazioni socio-ambientali.
  • le competenze derivanti dalle tecnologie digitali applicate nella costruzione dei dati e parametri socio-ambientali e nei relativi processi di rappresentazione, informazione e comunicazione di contenuti multimediali con una specifica declinazione socio-ambientale.

A conclusione del Corso ci si attende l’acquisizione di competenze adeguate a contribuire, in una prospettiva umanistica, alla interpretazione, gestione e comunicazione delle questioni socio-ambientali nella loro complessità e alla preparazione di figure professionali da indirizzare, in una coerente collocazione lavorativa, nei settori pubblici e privati.

VICE COORDINATRICE

Link identifier #identifier__136111-26Prof. Carla Masetti

CONTATTI

Telefono: +39 06.57338487 – 06.57338726
Email: didattica.scienzestoriche@uniroma3.it

Link identifier #identifier__123262-27vai all'elenco tutor

Storia dell’arte (LM-89)

120 CFU 2 anni classe di laurea LM-89

Il corso di Laurea Magistrale in Storia dell’arte è finalizzato alla formazione di laureati e laureate con competenze avanzate nelle tematiche e nelle metodologie delle discipline storico artistiche nei diversi settori delle arti visive dal medioevo all’età moderna e contemporanea.

Il corso permette una solida formazione nelle discipline storico-artistiche, vòlta al conseguimento di professionalità di alto livello nei diversi ambiti della ricerca, della didattica, della tutela, della valorizzazione e gestione del patrimonio culturale e della progettazione di eventi ad esso relati, da esercitare sia nel settore pubblico che in quello privato.

Il percorso formativo prevede un livello di specializzazione adeguato alle esigenze di apprendimento degli studenti di un corso di laurea magistrale e capace di tenere conto sia delle recenti normative varate dal MIBACT, sia di un mercato del lavoro diversificato, sia infine dell’aspirazione alla prosecuzione degli studi.

A questo fine il corso si articola in insegnamenti scelti tra le discipline caratterizzanti finalizzate all’acquisizione di conoscenze e competenze nelle discipline storico-artistiche, metodologiche e in quelle storico-letterarie, con possibili integrazioni tra le discipline archeologiche e architettoniche, e relative all’economia e alla gestione dei beni culturali; le discipline affini e integrative, finalizzate all’acquisizione di conoscenze specifiche; e idoneità da maturare in attività di laboratorio, stage, e di tirocinio.

Infine, 30 CFU sono riservati alla prova finale, ossia alla tesi di ricerca concordata con il relatore o la relatrice, che la studentessa o lo studente potrà elaborare in modo critico e autonomo. L’articolazione degli insegnamenti permette di disegnare percorsi volti alla professionalizzazione o alla ricerca, e di focalizzare su una macro-area cronologica (medioevo, moderno, contemporaneo) ovvero su un ambito tematico.

Al fine di garantire l’accesso a una bibliografia internazionale e dell’implementazione degli scambi internazionali, anche in vista di un Link identifier #identifier__94662-28accordo con l’Università di Groningen, è richiesta la conoscenza di una lingua dell’Unione Europea oltre l’italiano a un livello pari o superiore a B2, con padronanza dei lessici disciplinari. Per alcuni insegnamenti non si esclude l’erogazione di corsi in lingua inglese.

La formazione si attuerà sia attraverso la frequenza dei corsi teorici e lo studio individuale, sia attraverso il confronto e il dialogo con i docenti. L’acquisizione delle conoscenze sarà accertata mediante le prove di profitto. Alle lezioni frontali sono affiancate esercitazioni, seminari, eventuali escursioni e visite guidate, esperienze di stage e laboratori. L’integrazione fra lezioni frontali, attività seminariali e di laboratorio garantisce una migliore efficacia formativa e permette di raggiungere una qualificazione professionale in linea con gli standard richiesti dal mercato del lavoro.

Le laureate e i laureati del corso di Laurea Magistrale in Storia dell’arte avranno la possibilità di accedere a un corso di Dottorato di ricerca, secondo le disposizioni dei regolamenti ministeriali e dei singoli Atenei, o a un Link identifier #identifier__191091-30Master anche di secondo livello secondo le normative vigenti.

image 177228

Link identifier #identifier__64431-31Curriculum unico

VICE COORDINATORE

Link identifier #identifier__71028-32Prof. Mauro Vincenzo Fontana

CONTATTI

Telefono: +39 06.57338628
Email: didattica.beniculturali@uniroma3.it

Link identifier #identifier__142592-33vai all'elenco tutor

Storia e società (LM-84)

120 CFU 2 anni classe di laurea LM-84

Il Corso di Laurea Magistrale in Storia e Società (LM84) completa la Laurea triennale di Storia, territorio e società globale, proponendo un percorso di studio in grado di far maturare le competenze storiche verso un più alto grado di qualificazione in ambiti specifici.
Le discipline storiche vengono approfondite non solo per temi e problemi, ma anche nel loro profilo concettuale, critico e metodologico, sperimentando le tecniche della ricerca storica. Si tratta di un percorso di studi non solo dal necessario carattere teoretico, ma anche legato a problematiche dell'attuale dibattito culturale italiano e europeo, con una significativa apertura alle realtà internazionali, finalizzato a preparare esperti culturali che possono trovare impiego in diversi settori del mondo della cultura.

4 CURRICULA

image 42313 image 142228 image 22735 image 67838

Link identifier #identifier__83474-34Metodologie e comunicazione della ricerca storica

Link identifier #identifier__89434-35Società e ambiente

Link identifier #identifier__149283-36Storia internazionale e Global History

Link identifier #identifier__45308-37European History (doppio titolo)

Il curriculum ha lo scopo di fornire un’interpretazione multidisciplinare della conoscenza storica, con una metodologia avanzata di studio delle fonti e analisi della più sviluppata storiografia nazionale e internazionale. Lo studente o la studentessa verrà anche formato/a in un’ottica di divulgazione della storia, così da ampliare la gamma di sbocchi occupazionali possibili. Il curriculum si concentra sull’acquisizione di conoscenze storiche unite a strumenti di analisi del territorio e dell’ambiente. Il percorso formativo si basa infatti sulle relazioni esistenti tra società umana e ambiente circostante, analizzate in prospettiva diacronica, così da far comprendere le dinamiche esistenti tra uomo e natura, cultura e territorio, sviluppo economico ed impatto ambientale. Il curriculum, attraverso lo studio della storia a livello internazionale e globale, fornirà i mezzi di comprensione dei fenomeni di lunga durata e delle dinamiche sociali, politiche, culturali, religiose ed economiche attuali, mentre l’analisi delle relazioni internazionali tra paesi europei ed extra-europei servirà a comprendere i processi di globalizzazione passati e presenti.

Il curriculum risponde alla naturale evoluzione del percorso di internazionalizzazione. Gli studenti e le studentesse dovranno svolgere almeno un semestre del percorso di studi in una delle università consorziate (Humboldt-Universität di Berlino; l’Université de Paris; l’University College di Dublino e l’University of Oslo), dimostrare al momento della partenza di possedere la conoscenza della lingua inglese al livello C1 e redigere la tesi in inglese con la consulenza anche di un professore dell’Università straniera scelta.

Al termine del percorso di studi otterranno una laurea con un doppio titolo, riconosciuto in Italia e nel paese europeo consorziato, in cui avranno svolto il semestre.

Quest'ultimo curriculum è a numero chiuso e l'accesso avviene tramite bando selettivo

Per maggiori informazioni consulta la Link identifier #identifier__197779-39pagina del doppio titolo 'European History'

VICE COORDINATORE

Link identifier #identifier__59235-40Prof. Luigi Guarnieri Calò Carducci

CONTATTI

Telefono: +39 06.57338487 – 06.57338726
Email: didattica.scienzestoriche@uniroma3.it

Link identifier #identifier__71554-41vai all'elenco tutor

Strategie culturali per la cooperazione e lo sviluppo (LM-81)

120 CFU 2 anni classe di laurea LM-81

Il corso di Laurea Magistrale in Strategie culturali per la cooperazione e lo sviluppo (LM-81) offre un percorso di studi che mira all’approfondimento della comprensione delle principali dinamiche della cooperazione, con particolare attenzione alle strategie culturali da utilizzare per favorire lo sviluppo sostenibile e i processi di democratizzazione.

La dimensione culturale degli aspetti relazionali, le questioni identitarie dovute all’appartenenza di gruppo, il ruolo delle tradizioni locali nei nuovi scenari globali sono indagati attraverso l’analisi dei processi storici e delle dinamiche in corso, degli ordinamenti giuridici e dei fattori economici.

I laureati e le laureate saranno così in grado di agire in scenari di crisi e in contesti di difficoltà sociale ed educativa a livello sia nazionale che internazionale, tenendo presente la necessità di assicurare gli obiettivi di crescita economica, inclusione sociale e tutela dell’ambiente previsti tra l’altro dall’Agenda ONU 2030.

A questo scopo il corso di laurea offre un percorso formativo interdisciplinare, basato sull’interrelazione tra competenze di carattere economico, istituzionale e giuridico, e quelle di carattere politologico, sociologico, antropologico, storico e umanistico in generale, in modo da fornire agli studenti una conoscenza puntuale delle grandi questioni internazionali, filtrata da un approccio critico e diacronico proprio delle discipline umanistiche.

image 169760

Link identifier #identifier__6925-42Curriculum unico

A conclusione del loro percorso di studio, le studentesse e gli studenti acquisiranno quindi familiarità con i fenomeni delle relazioni internazionali e della mondializzazione, con i rapporti interculturali, con le tecniche di mediazione e peacekeeping, con le diverse componenti dello sviluppo umano, economico e sociale. Queste competenze potranno essere spese in diversi ambiti del mondo del lavoro e in particolare potranno formare ideatori e responsabili di progetti per la cooperazione e lo sviluppo.

VICE COORDINATORE

Link identifier #identifier__57050-43Prof. Lorenzo Benadusi

CONTATTI

Telefono: +39 06.57338487 – 06.57338726
Email: didattica.scienzestoriche@uniroma3.it

Link identifier #identifier__8991-44vai all'elenco tutor

La segreteria didattica

Il Dipartimento di Studi Umanistici ha una Link identifier #identifier__11332-45segreteria didattica unica che si divide in aree e competenze per tutti gli studenti e le studentesse del Dipartimento. Compila il modulo per richiedere maggiori informazioni sui nostri corsi

Link identifier #identifier__170164-46Scrivici
Link identifier #identifier__2052-47Link identifier #identifier__193468-48Link identifier #identifier__60532-49Link identifier #identifier__96805-50
Monica L'Erario 09 Novembre 2022