Profilo scientifico

PROFESSORESSA ASSOCIATA

Settore scientifico disciplinare: L-OR/05 – N 10/51 (Archeologia e storia dell’arte del Vicino Oriente Antico)
E-mail: rita.dolce@uniroma3.it
Studio: stanza 28 dell’area di S.S.C.A., 1° piano, P.zza della Repubblica 10, 00185 ROMA; (aula docenti, piano terra) Via Ostiense 234, 00154 ROMA

PROFILO SINTETICO
ATTIVITÀ DI RICERCA E RICERCHE IN CORSO

– Topografia urbana ed ideologie connesse:
I) qualificazione degli assetti e dei monumenti architettonici in Siria e in Mesopotamia in età preclassica(III-II mill.a.C).
Studi e ricerche dalle attività archeologiche a Tell Mardikh-Ebla(Siria) hanno indirizzato l’indagine scientifica principalmente in tre direzioni:
a) sulla formazione della cultura urbana di Ebla nelle fasi precedenti( prima metà del III mill.a.C.) all’età protosiriana matura e alla identità del centro nelle fasi immediatamente posteriori, nell’’età protosiriana tarda(ultimo quarto del III mill.a.C.):
b) sulla ricostruzione dell’assetto urbano e della identità funzionale degli edifici di Ebla, all’età protosiriana e paleo-siriana(III – II Millennio a.C.)
c) sui caratteri dell’arte figurativa dell’età degli Archivi palatini(2400-2300 a.C.ca)
(per le pubblicazioni relative si veda il campo Pubblicazioni)
II)visibilità e relazioni tra paesaggi urbani e manifestazioni della regalità e del potere vigente nella comunicazione visuale
Questo campo della ricerca in oggetto mira a evidenziare la stretta connessione tra i paesaggi e la sfera religiosa, secondo una ricostruzione della topografia del culto , con esiti recenti e già resi noti in pubblicazioni scientifiche per Ebla protosiriana dagli esordi al suo floruit nel III mill.a.C.
(per le pubblicazioni relative si veda il campo Pubblicazioni)

– La comunicazione visuale come linguaggio del potere:
Le concezioni e le espressioni visive della regalità nella Mesopotamia e nella Siria pre-classiche per la definizione del potere regale e delle sue molteplici vie di trasmissione attraverso apparati mediatici di diverso impatto.
In corso studi e ricerche sui rituali e le pratiche belliche, con particolare riguardo alla decapitazione nella comunicazione visuale e nelle fonti scritte dal IV- al I mill.a.C. nel V.O.A. (per le pubblicazioni relative si veda il campo Pubblicazioni)

Obiettivi specifici in corso :
a) tracciare una topografia del culto urbano in sedi eminenti di Mesopotamia e di Siria tra III e II mill.a.C.(da Mari ad Ebla a Nagar,etc.)ove le relazioni tra culto/rituali/assetto del pantheon e affermazione della continuità dinastica,in vita e post mortem, fino alla divinizzazione, appaiono sempre più nette dal concorso dei dati testuali e propriamente archeologici.;
b) delineare il ruolo svolto nella comunicazione visuale del potere vigente da complessi di documenti di eccellenza rinvenuti in contesti palatini certi , quali il corpus di arredi lignei (più di 500 numeri di inventario) dal Palazzo Reale G di Ebla(metà III mill.a.C.) e il ciclo di pitture parietali dal Palazzo Reale di Tell Barri(II Mill.a.C.),ancora inediti.
E’ in corso di preparazione per le serie monografiche MSAE l’edizione de “Gli intagli lignei dal Palazzo Reale G di Ebla- Caratteri della produzione,tematiche, tecniche, ipotesi ricostruttive.”

CAMPI DI INTERESSE

a)elementi degli assetti urbani in relazione alle tendenze-modificabili nel corso dei secoli-della gestione economica e delle risorse primarie dei siti preclassici del Vicino Oriente
b) formazioni( e stratificazioni relative) delle gerarchie sociali nelle culture urbane di Mesopotamia e di Siria
c)evidenza e valore delle relazioni ideologiche tra paesaggio urbano e esercizio e propaganda del potere
d) significati ed effetti a lungo termine della comunicazione visuale, in associazione -e non- a quella testuale.

I commenti sono chiusi.