Profilo scientifico

PROFESSORESSA ASSOCIATA

Settore scientifico disciplinare: L-FIL-LET/10 (Letteratura italiana)
E-mail: roberta.colombi@uniroma3.it
Studio: Stanza 129 dell’area di Italianistica, via Ostiense 234, 00144 ROMA
Sito personale: http://uniromatre.academia.edu/RobertaColombi

PROFILO SINTETICO

Roberta Colombi, laureata nel 1991, ha conseguito nel 2000 il titolo di Dottore di Ricerca in “Studi storici di Letteratura Italiana”, presso il Dipartimento di Italianistica dell’ Università “Roma 3”.

Nell’A.A. 2000/2001, nell’ambito del “Progetto giovani ricercatori”, presso lo stesso Dipartimento ottiene un primo contratto di ricerca e nel 2002 un “Assegno di Ricerca” di durata biennale.

Nel 2008 è ricercatrice di Letteratura Italiana presso la Facoltà di Lettere dell’ Università “Roma III” e nel novembre 2014 Prof. Associato di Letteratura Italiana (FIL/LET-10).

La sua formazione scientifico-didattica, oltre ad alcuni brevi soggiorni all’estero, la impegna prevalentemente nello svolgimento di corsi in “Storia dei generi letterari”, “Letteratura italiana moderna e contemporanea”, “Letteratura italiana” (laurea triennale) e “Letteratura moderna” (laurea magistrale)

Del suo impegno scientifico su ambiti diversificati della letteratura italiana (in particolare il Seicento, l’Ottocento e il Novecento), si segnalano, per l’area seicentesca, il volume Lo sguardo che “s’interna”. Personaggi e immaginario interiore nel romanzo italiano del Seicento (Roma, 2002) e l’edizione di due romanzi del Seicento: La Stratonica di Luca Assarino (Lecce, 2003) e Il Principe ermafrodito di Ferrante Pallavicino (Roma, 2005), entrambi corredati di ampi saggi introduttivi. Per gli studi di ambito ottocentesco, oltre a vari contributi saggistici, i volumi Ottocento stravagante. Umorismo, satira e parodia tra Risorgimento ed Italia Unita (Roma, 2011), e Un umorista in maschera. La narrativa di Antonio Ghislanzoni 1824-1893, (Napoli, 2012). Infine, per l’ambito novecentesco, si segnalano i suoi contributi in particolare su Gadda e Pirandello, ma anche su Svevo e Palazzeschi, grazie ai quali si estende al Novecento l’analisi della scrittura umoristica.

ATTIVITÀ DI RICERCA E RICERCHE IN CORSO

Attualmente il suo interesse scientifico è rivolto al dibattito teorico-critico sulla “forma breve” nella narrazione tra Ottocento e Novecento e sulla tradizione e il recupero del romanzo storico nel Novecento.

CAMPI DI INTERESSE

Per ragioni legate sia alla ricerca che alla didattica, nuovi campi d’interesse possono essere indicati nel dibattito teorico-critico sulla “forma breve” nella narrazione tra Ottocento e Novecento e sulla tradizione e il recupero del romanzo storico nel Novecento.

I commenti sono chiusi.