Profilo scientifico

 

PROFESSORESSA ORDINARIA

Settore scientifico disciplinare: L-ANT/07 (Archeologia classica)
E-mail: luisa.musso@uniroma3.it
Studio: stanza Docenti del CdL di Scienze dei Beni Culturali, via Ostiense 234, 00144 ROMA

PROFILO SINTETICO

Ha conseguito la laurea cum laude a Roma, Università degli Studi di Roma, Facoltà di Lettere e Filosofia, nel 1978.
Nel 1983 ha iniziato il curriculum accademico come ricercatore di Archeologia classica presso il Dipartimento di Storia della II Università di Roma – Tor Vergata. Dal 1992 al 1999 è stata professore di II fascia nel raggruppamento di Archeologia Classica. Dal 2000 è professore di I fascia, raggruppamento scientifico-disciplinare L-Ant/07.
Dal 1994 è titolare dell’insegnamento di Archeologia delle Province Romane presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università Roma Tre, Dipartimento di Studi storico-artistici, archeologici e sulla conservazione. Dal 2007 ha ricoperto anche l’insegnamento di Archeologia e Storia dell’arte greca e romana. Nell’ambito del nuovo ordinamento (laurea triennale e laurea specialistica) impartisce entrambi gli insegnamenti.
Dal 2001-2002 al 2007 è stata titolare dell’insegnamento di Archeologia Classica presso il Master in Tecniche Geoarcheologiche per la Gestione del Territorio e la Tutela del Patrimonio Culturale presso la Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali dell’Università Roma Tre.
Nel 2010 è stata responsabile del corso di formazione sul patrimonio culturale del Mediterraneo istituito presso l‘Università Roma Tre, con la partecipazione del Ministero degli Affari Esteri, Direzione Generale della Cooperazione allo Sviluppo, l’ICCROM e il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali: Cultural heritage of Mediterranean basin: from knowledge to human development. Il master, specificamente indirizzato a studenti provenienti dai paesi del Mediterraneo e del Vicino Oriente è incentrato sulla conservazione, la comunicazione e la valorizzazione dei beni culturali.
Nel triennio 1997-2000 è stata membro del Consiglio di Amministrazione dell’Ateneo Roma Tre.
Nel 2001 ha partecipato all’istituzione del Laboratorio interdipartimentale di Geo-Archeologia presso l’Ateneo Roma Tre, in collaborazione con il Comune di Roma, il Consiglio Nazionale delle Ricerche, Laboratorio di Topografia antica e fotogrammetria CNR – Dipartimento di Beni Culturali dell’Università di Lecce.
Nel 1991 ha ottenuto dalla Alexander von Humboldt-Stiftung una borsa di ricerca biennale per la realizzazione del progetto “Römische Villen in Tripolitanien: Architektur und Ausstattung”.
È stata Visiting Professor a Parigi presso l’École Normale Supérieure (inverno 2005).
È stata membro del Consiglio Direttivo dell’Associazione Internazionale di Archeologia Classica e ha fatto parte dell’Advisory Comitee dell’American Academy in Rome.
Dal 1993 è socio corrispondente dell’Istituto Archeologico Germanico di Berlino.
Ha tenuto lezioni e conferenze presso numerose università e centri di studio italiani ed europei (in Germania: Belino, Monaco, Bonn, Heidelberg, Mainz, Münster ecc., Svizzera: Basel, Zürich, Neuchâtel, Francia: Parigi, Aix-en-Provence, Regno Unito: Londra, Spagna: Mérida, Tarragona), Istituti Italiani di Cultura in Egitto (Alessandria), Libia (Tripoli), Estremo Oriente (Jakarta, Tokyo, Kyoto).
Ha partecipato all’organizzazione della Conferenza internazionale Ancient Landscapes of Maghreb: Morocco and Libya/Paysages Antiques du Maghreb: Maroc et Libye” tenutosi a Siena, Certosa di Pontignano , 4-5 dicembre 2003 (in collaborazione con le Università di Roma Sapienza e Siena).
Ha organizzato presso l’American Academy of Rome il workshop “Ten years of archaeological research: results and ongoing projects of the Roma 3 Mission at Lepcis Magna” (10. 12. 2008).
Fa parte del comitato scientifico del Bullettino della Commissione archeologica comunale di Roma.

ATTIVITÀ DI RICERCA E RICERCHE IN CORSO

Libia
– Dal 1995 direttore della Missione archeologica dell’Ateneo Roma Tre in Libia: su concessione e in collaborazione con il Department of Archaeology of Libya, svolge attività, di scavo, ricognizione territoriale a Leptis Magna e nel suo territorio, di studio e catalogazione informatizzata nei musei facenti capo a Leptis Magna (Leptis Magna, Zliten, Misurata, Ben Ulid) e a Tripoli (National Museum e Museum of Libya).
– La Missione è sostenuta dall’Ateneo Roma Tre, dal MIUR, dal Ministero degli Affari Esteri, DG promozione Sistema Paese, e DG Cooperazione allo Sviluppo; per la realizzazione del progetto di videoarchiviazione e gestione informatizzata dei materiali archeologici e della documentazione storica e archivistica conservati nel Castello di Tripoli ha ricevuto finanziamenti dal CNR, Dipartimento Attività scientifica – Progetto Mezzogiorno.
– Responsabile dei Progetti Pilota MAE: 2000-2003 (restauro della villa di Silin) e 2004-2006 (“Leptis Magna, il Museo delle Ville e del territorio costiero. Allestimento espositivo, restauro dei materiali, documentazione”).
– Responsabile del progetto di restauro della villa di Silin, in collaborazione con l’Istituto Superiore per la Conservazione e il Restauro (ISCR), sulla base del protocollo di cooperazione sottoscritto il 23 aprile 2012 (Contract for Research and Restoration Work) tra l’ISCR, l’Università Roma Tre, il Department of Archaeology della Libia (DoA).
– Partecipazione al Progetto PRIN (Progetto di Ricerca Scientifica di Rilevante Interesse Nazionale) 2003 “Archeologia del paesaggio nel Meghreb: ricognizioni, applicazioni geofisiche, remote-sensing, sistemi informativi territoriali”, coordinato dalla prof.ssa Barbara Barich, in qualità di responsabile scientifico di unità di ricerca.
– Direzione della missione di assessment effettuata nell’ambito del programma UNESCO per la Libia, su invito del Dipartimento delle Antichità della Libia, nel mese di dicembre del 2011, con l’obiettivo di verificare lo stato complessivo delle collezioni museali della Tripolitania, le condizioni di conservazione degli edifici e dei manufatti in essi custoditi, le eventuali perdite causate dal recente conflitto armato. Sono stati effettuati sopralluoghi in aree archeologiche interessate dal conflitto o prive di idonea sorveglianza.
– Responsabile del progetto Eni (2008-2009) per interventi di ripristino nelle Terme della Caccia, accompagnato dalla monografia (2012).
– Responsabile del progetto Eni (2009-2011) per il restauro e la valorizzazione del mosaico dell’Uadi Lebda a Leptis Magna, la costruzione e l’allestimento del padiglione espositivo; pubblicazione settembre 2013.
– Editore della pubblicazione Eni (2013) riguardante il restauro del Museo Sabratha sponsorizzato dalla società petrolifera (2008-2009).
– Responsabile del progetto MAE, DG per la Cooperazione allo Sviluppo, Department of Antiquities of Libya, Università Roma Tre: “Castello Rosso e Musei della Tripolitania. Archivi storici, musei e formazione” (2013-2014).
– Partecipazione al programma nazionale di digitalizzazione del patrimonio culturale della Libia, di realizzazione dell’Inventory System dei beni archeologici e culturali del Paese e del “museums management” promosso dal Department of Archaeology of Libya e sostenuto dalla World Bank (Libyan Heritage in the digital age, the first step, Tripoli, 9-14 February 2013).
Algeria
– Contract agreement tra Eni Algeria Production B.V. e l’Università degli Studi Roma Tre finalizzato alla supervisione tecnico-scientifica del restauro del “mosaico di Dioniso” nel Museo di Sétif e all’organizzazione di corsi concernenti la storia e gli aspetti tecnici del mosaico.
– Contract agreement tra Eni Algeria Production B.V. e l’Università degli Studi Roma Tre per la pubblicazione del volume: “Thriambos et Arété”. Dionysos civilisateur et le héros Méléagre dans la mosaïque du Musée National de Sétif (gennaio 2014).
– Accordo tra Ministero della Cultura della Repubblica Democratica e Popolare Algerina, eni Algeria, l’Università Roma Tre, l’ICCROM, finalizzato alla documentazione, al restauro, alla valorizzazione del sito archeologico di Djémila: Djémila 2013-2016: documentation, formation, restauration, mise en valeur.
Turchia
– Direzione dal 2008 dell’unità Roma Tre afferente alla Missione Archeologica di Pompeiopolis, Ludwig-Maximilians University, München.
Roma
– Partecipazione al Progetto PRIN 2009 (Progetto di Ricerca Scientifica di Rilevante Interesse Nazionale) 2009 “ Scultura antica e collezionismo a Roma tra XX e XXI secolo”, in qualità di responsabile di unità di ricerca.
– Progetto “Riscrivere il Matz-Duhn”, basato su una convenzione (2013) stipulata tra la Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma, Sapienza – Università di Roma, l’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, l’Università degli Studi Roma Tre, sostenuto dal PRIN 2009 e con un contributo finanziario della Fondazione Roma (già Fondazione Cassa di Risparmio di Roma), settore Arte e Cultura.

CAMPI DI INTERESSE

Archeologia romana; Archeologia delle province romane con particolare riferimento all’Africa romana; edilizia residenziale di età imperiale; scultura e iconografia; collezionismo.

I commenti sono chiusi.