Profilo scientifico

PROFESSORESSA ASSOCIATA

Settore scientifico disciplinare: L-FIL-LET/04 (Lingua e letteratura latina)
E-mail: elena.malaspina@uniroma3.it
Studio: stanza 160 dell’area di Studi sul Mondo Antico, via Ostiense 234, 00144 ROMA

PROFILO SINTETICO

Laureata in Lettere presso l’Università degli Studi di Torino (1971), è stata titolare di assegno biennale di ricerca e poi ricercatrice universitaria presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università ‘La Sapienza’ di Roma (1981-1989) e presso la Lumsa (1989-1992).
Vincitrice di concorso a posti di professore associato, dal 1.11.1992 è in servizio presso l’Università Roma Tre, ricoprendo insegnamenti di linguistica latina, storia della lingua latina, lingua e letteratura latina di età romanobarbarica.
Fa parte del collegio docenti del Dottorato di ricerca in “Civiltà e tradizione greca e romana”.

ATTIVITÀ DI RICERCA E RICERCHE IN CORSO

– Partecipazione al XXX Seminario Internazionale di Studi Storici “Da Roma alla Terza Roma” (21.4.2010) con una relazione su Le tribù migranti nel IV e V secolo secondo le fonti latine;
– Partecipazione al Colloquio internazionale “The Romans at the Black Sea During the Time of Augustus” – Tulcea (Romania), 5-9 giugno 2012) – relazione su Publica paene via (Nux 60);
– Partecipazione al Colloquio internazionale “L’Épistolaire politique dans l’Europe médiévale, III: Lettres d’art et pensée politique” (Roma, 11-13 aprile 2013), relazione su La declamatio come cifra dello stile epistolare.
– Sta preparando l’edizione critica dell’Ad Reginum di Ferrando di Cartagine.

CAMPI DI INTERESSE

L’attività di ricerca di Elena Malaspina è interessata da un lato alla storia della lingua latina (con attenzione alla pluralità dei livelli espressivi e alle problematiche della comunicazione), dall’altro ai rapporti tra la cultura romana e le altre culture.
I suoi studi fanno riferimento specialmente al periodo tardoantico, ma anche al periodo classico, comunque contestualizzando le diverse problematiche nel loro svolgimento diacronico.
L’allestimento di nuove edizioni critiche (delle Epistolae Austrasicae e dell’epistolario di Avito di Vienne) è volto ad offrire strumenti efficaci per le ricerche storiche e linguistiche interessate allo studio del VI secolo, età particolarmente significativa per il processo di integrazione delle diverse culture presenti nella Romania.

I commenti sono chiusi.