Profilo scientifico

RICERCATRICE A TEMPO DETERMINATO

Settore scientifico disciplinare: L-ANT/10 (Metodologie della ricerca archeologica)
E-mail: emeri.farinetti@uniroma3.it
Studio: stanza ricevimento docenti dell’area di BB.CC.
Sito web personale: http://uniroma3.academia.edu/EmeriFarinetti

PROFILO SINTETICO

E.Farinetti, a conclusione di un curriculum di studi a indirizzo archeologico, si è laureata in Storia Greca discutendo una tesi di stampo storico-topografico sulla città di Orchomenos in Beozia. Si è poi avvicinata all’archeologia del paesaggio ed alle tecnologie GIS, prendendo parte a convegni e workshops internazionali in materia e partecipando con ruoli diversi a progetti di ricerca in collaborazione con diverse istituzioni, spesso inserita in équipes internazionali che svolgono un ruolo pilota nelle tipologie di indagini relative alla landscape archaeology e alle applicazioni GIS.

La sua monografia ‘Boeotian Landscapes’ (BAR 2011) è scaturita dall’esperienza di dottorato di ricerca (PhD) presso l’università di Leiden (NL) ed è frutto del coinvolgimento nel Boeotia Project, progetto pilota nel settore, che continua ancor oggi. È in particolare all’interno del Boeotia project, congiuntamente ai momenti di confronto in workshops internazionali specialmente nel Nord Europa, che E.Farinetti ha maturato le competenze necessarie per condurre e coordinare progetti di ricerca analoghi (ricognizione di superficie e ricostruzione delle dinamiche insediative antiche) in diverse regioni del Mediterraneo (in particolar modo Italia, Grecia, Nord Africa), autonomamente o in collaborazione con équipes collegate a enti di ricerca o istituzioni europee, con ruoli di coordinamento, in particolare per quanto riguarda le ricerche sul campo (con interesse specifico per le metodologie utilizzate e la revisione critica dei dati raccolti) e la gestione informatica dei dati e l’analisi in ambiente GIS.

Attualmente collabora con la Scuola Archeologica Italiana in qualità di assistente al direttore per la Ricerca. Il suo manuale ‘I paesaggi in archeologia: analisi e interpretazione’ (Carocci 2012) è principalmente frutto dell’esperienza di insegnamento a Roma Tre, e dal coordinamento di progetti didattici e Summer Schools per studenti, svolti soprattutto in territorio italiano (per esempio alla ricerca del paesaggio montano del Cicolano – Lazio). Si segnala la partecipazione scientifica a progetti di ricerca internazionali e nazionali, ammessi al finanziamento sulla base di bandi competitivi che prevedano la revisione tra pari:

1. Programma di ricerca ‘Paesaggi romani di Grecia’, finanziato dal bando ‘Rita Levi Montalcini’ (MIUR). Ruolo: coordinamento scientifico.

2. Programma di ricerca (finanziamento UE) ‘THALIS Interdisciplinary and interuniversity research’ con tema: ‘Culture insulari diacroniche: il caso di Therasia (Cicladi)’ – Univ. di Salonicco (GR). Ruolo: ricercatore esperto straniero.

3. Programma di ricerca (finanziamento ministero dell’università del Belgio) ‘Interuniversity Attraction Poles’ con tema: ‘La transizione dalla Repubblica all’Impero: l’impatto della ‘romanizzazione’ su città e territorio in Italia e nelle province (II/I sec a.C. II/III sec d.C.)’ – Univ. (BE) e Univ. di Leida (NL) – coordinatore M. Waelkens. Ruolo: collaboratore di ricerca.

4. Finanziamento promozione ricerca CNR per giovani ricercatori 2004, per il progetto: Unità politica ed integrazione culturale nel Mediterraneo orientale. Tecnologie informatiche ed archeologia del paesaggio per la realizzazione di un sistema GIS (Geographical Information System) dinamico orientato allo studio comparato del paesaggio e della demografia in epoca romano-imperiale. Ruolo: responsabile scientifico.

5. Finanziamento Agenzia 2000 CNR per giovani ricercatori, per il progetto: Modelli e Complessità. Un progetto GIS e di ricognizione archeologica per un distretto minerario nella Cipro Sud-Occidentale. Ruolo: responsabile scientifico.

ATTIVITÀ DI RICERCA E RICERCHE IN CORSO

Coordinamento scientifico del progetto di ricerca ‘Paesaggi romani di Grecia’, finanziato dal programma ‘Rita Levi Montalcini’ (MIUR).

Membro del progetto di ricerca Culture insulari diacroniche: il caso di Therasia (Cicladi)- università dello Ionio e Università di Creta (GR) – ricognizione e scavo presso il sito di Koimisi (Therasia), di cui è responsabile GIS e ha il coordinamento delle ricerche paleo ambientali.

È responsabile del sistema GIS e della rielaborazione dei dati storici del ‘Boeotia Survey Project’ – Leiden University / Edinburgh University, per cui coordina anche le ricerche sull’area residenziale dell’antica città di Haliartos. Coordina le ricerche sul paesaggio antico nel Cicolano (Rieti).

CAMPI DI INTERESSE

Archeologia del Paesaggio (Landscape Archaeology); Informatica applicata ai Beni Culturali; Applicazioni di GIS (Geographical Information Systems) e Databases in Archeologia; Metodologie di Ricognizione; Geoarcheologia e Archeologia Ambientale; Archeologia del Mediterraneo; Storia sociale della Grecia Antica.

I commenti sono chiusi.