Home

Il Laboratorio informatico-editoriale del Dipartimento di Studi Umanistici – area Studi Storico-artistici, Archeologici e sulla Conservazione – è una struttura istituita nel 2006-2007, che svolge prevalentemente attività grafico-editoriali e fornisce ausilio all’elaborazione informatica di strumenti di comunicazione dell’attività di ricerca (pubblicizzazione di convegni, seminari, conferenze, mostre e giornate di studio; impaginazione ed elaborazione di collane dipartimentali; progetti di ricerca). Per svolgere tali attività si utilizzano programmi e attrezzature (es. un plotter per la stampa di grandi formati (manifesti, locandine, ecc.)). Le funzionalità del Laboratorio sono state messe a disposizione per attività con altri dipartimenti, enti esterni e/o di Ateneo.

Inoltre il Laboratorio si occupa della gestione e della manutenzione ordinaria di tutta la rete informatica dell’area Studi Storico-artistici, Archeologici e sulla Conservazione.

____________________________________________________________________________________________

Progetti in corso:

Roma TrE-Press

Roma TrE-Press: il responsabile del Laboratorio svolge il ruolo di coordinatore grafico-editoriale per il progetto del nostro Ateneo di creare le Edizioni universitarie di Roma Tre.
I costi di una casa editrice tradizionale, soprattutto per le difficoltà finanziarie degli ultimi anni, hanno sempre impedito la realizzazione di questo progetto,  che ora può essere ripreso e aggiornato per la creazione di una University e-press. Le edizioni digitali corrispondono meglio, tra l’altro, alle nuove esigenze  dell’informazione scientifica, che è possibile soddisfare grazie all’innovazione tecnologica.
Le pubblicazioni sono dotate del numero internazionale ISBN o ISSN che le identificano in modo univoco e duraturo e seguono la prassi del deposito legale presso le Biblioteche Nazionali. È stato attivato anche un servizio esterno che consenta la stampa su richiesta (print on demand) di singole copie dei libri. Il progetto è stato presentato all’Ateneo nell’ambito della Settimana internazionale dell’Open Access dal prof. Emanuele Conte, delegato del Rettore per le biblioteche, alla presenza del Rettore, del Prorettore e di numerosi docenti che hanno manifestato il loro interesse ed alcune proposte.
Per informazioni: Ufficio di Coordinamento centrale per le Biblioteche, Ufficio Gestione risorse elettroniche, dott.ssa Lucia Staccone e dott.ssa Flaminia Stinco, e-mail: romatrepress@uniroma3.it, via Ostiense, 139 – 00154 Roma – tel.  0657334384 – fax 0657334383.
Per le forme e le modalità di invio alla Redazione di Roma TrE-Press dei prodotti pubblicabili, si rimanda alle Norme editoriali.

diapoDiateca del laboratorio*: una sistematica classificazione e digitalizzazione delle numerose diapositive e foto storiche conservate nell’archivio del nostro Dipartimento di Studi Umanistici – area Studi Storico-artistici, Archeologici e sulla Conservazione – è l’obiettivo finale di un progetto che vede coinvolti docenti e studenti di Roma Tre. Avviato già nel 2005 in forma sperimentale su iniziativa della prof.ssa Giovanna Sapori, Responsabile scientifico, e in collaborazione con il Dr. Ing. Fabrizio Musetti, Responsabile del Laboratorio Informatico e il sig. Danilo Renzulli, Responsabile del Laboratorio Fotografico, il progetto è stato meglio definito nel 2007 e inserito all’interno delle attività dei laboratori. Il progetto è finalizzato alla creazione di un archivio digitale delle diapositive dell’area di Archeologia e Storia dell’Arte, facente parte del Dipartimento di Studi Umanistici. Tale attività è stata avviata per consentire l’ottimizzazione dell’attività didattica e di ricerca: le risorse digitali agevolano il lavoro dei docenti e degli studenti. La diateca attualmente è costituita da circa 60.000 diapositive di Archeologia e Storia dell’arte (dal Medioevo al contemporaneo) conservate nel Dipartimento. Sistemate in ordine alfabetico per artisti e cronologico, le diapositive sono state raccolte nel corso degli anni e rappresentano pertanto un vero e proprio ‘patrimonio storico’ del Dipartimento. Alcune immagini essendo molto datate sono rare e utili per studi più approfonditi come quelle sugli affreschi michelangioleschi prima del loro ultimo restauro. Essendo le diapositive relative alla storia dell’arte moderna molto più numerose rispetto al settore medioevale, contemporaneo e di archeologia si è pensato di coinvolgere i docenti delle rispettive aree che hanno messo a disposizione il loro materiale. La prof.ssa Giovanna Sapori coordina il lavoro per le immagini relative alla storia dell’arte, i proff. Daniele Manacorda, Riccardo Santangeli, Alesssandro Guidi e la prof.ssa Giuliana Calcani hanno seguito la rimanente parte archeologica. Questo progetto formativo offre la possibilità agli studenti sia di acquisire una metodologia di base per la digitalizzazione di un archivio (competenze sempre più richieste soprattutto per gli storici dell’arte e di archeologia) e sia di ottenere attraverso l’uso diretto delle immagini una certa familiarità visiva. Obbiettivo finale del lavoro è rendere maggiormente fruibile l’archivio ai docenti, dottorandi e studenti tramite la rete Intranet del Dipartimento e dell’Ateneo. Per l’accesso è obbligatorio contattare il Laboratorio indicando il numero di matricola all’indirizzo e-mail: fabrizio.musetti@uniroma3.it

fototecaFototeca del laboratorio*: consta di circa 10.000 fotografie conservate in armadi ubicati nell’archivio del nostro Dipartimento di Studi Umanistici – area Studi Storico-artistici, Archeologici e sulla Conservazione – e delle immagini della Witt Library in 25.000 microfiches. Per l’accesso è obbligatorio contattare il Laboratorio indicando il numero di matricola all’indirizzo e-mail: fabrizio.musetti@uniroma3.it

*Nota: Lg. 633/41 – Art. 2. (Usi liberi didattici e scientifici): “è consentita la libera pubblicazione attraverso la rete internet, a titolo gratuito, di immagini e musiche a bassa risoluzione o degradate, per uso didattico o scientifico e solo nel caso in cui tale utilizzo non sia a scopo di lucro“.

I commenti sono chiusi.