Mortali nimicitie. Sguardi incrociati sul conflitto fazionario: medioevo ed età moderna, storia e antropologia

Scopo del seminario è di far dialogare tra loro specialisti di ambiti cronologici e discipline differenti su un tema di grande importanza per la comprensione delle dinamiche sociali, politiche e giudiziarie dell’Europa “premoderna”.

Si intendono porre in connessione interventi, di taglio eminentemente critico e problematico, da parte di storici del medioevo, di storici dell’età moderna e di antropologi che nel corso delle proprie ricerche hanno avuto modo di affrontare il fenomeno delle fazioni e tutte le questioni ad esso connesse: conflitto, violenza, articolazioni e segmentazioni sociali, linguaggi politici, rapporto centro-periferie, strategie familiari, parentele e alleanze, pratiche giudiziarie. Per molto tempo la dinamica delle “parti”, e soprattutto il conflitto che ne scaturisce, è stata considerata come un fenomeno sociopolitico patologico e incompatibile con la moderna statualità territoriale.

13 febbraio 2020 - Ore 9,30 - 17,30 Sala del Consiglio del Dipartimento

A valle di una stagione storiografica che ha sottoposto a profonda revisione il paradigma dello Stato si rende necessario non solo effettuare un bilancio degli ultimi trent’anni di studi sulle varie forme di aggregazione sociale nei diversi ambiti disciplinari, che hanno contribuito a modificare la visione tradizionale, ma anche immaginare future linee di ricerca al fine di rilanciare un terreno di indagine di estrema rilevanza.

Link identifier #identifier__32121-1Locandina

Link identifier #identifier__167805-2Programma
Link identifier #identifier__26947-1Link identifier #identifier__138361-2Link identifier #identifier__64778-3Link identifier #identifier__135753-4