Profilo scientifico

PROFESSORESSA ASSOCIATA

Settore scientifico disciplinare: M-GGR/01 (Geografia)
E-mail: annalisa.dascenzo@uniroma3.it
Studio: stanza 135 dell’area di S.S.G.A., Via Ostiense 234-236, 00144 ROMA

PROFILO SINTETICO

Dopo la laurea in Lettere ha conseguito un dottorato di ricerca in Studi geografico-storici. Attualmente docente dei corsi di Storia della geografia e delle esplorazioni (LT) e Geografia e letteratura del viaggio (LM) e del Laboratorio Metodi e strumenti della ricerca storico-geografica (LT/LM), tiene corsi nel Master di II livello “Digital Earth e smart governance: strategie e strumenti GIS per la gestione dei beni territoriali e culturali”

Componente del Comitato scientifico del Laboratorio geocartografico “Giuseppe Caraci”, organizza le serie annuale di Seminari di studi storico-cartografici Dalla mappa al GIS (dal 2007, www.laboratoriocaraci.it). Fa parte del Collegio dei docenti del Dottorato di ricerca in Storia, territorio e patrimonio culturale.

Socia delle principali associazioni geografiche italiane, ha partecipato a vari progetti di ricerca, nazionali e internazionali (Azioni integrate Italia-Spagna, PRIN, Programma europeo Cultura 2000, Comitato nazionale per le celebrazioni del Quinto Centenario del Viaggio di Amerigo Vespucci (1501-1502), I+D2011 Ministerio de Educación, Cultura y Deporte de España), effettuando indagini nei maggiori archivi e biblioteche italiani e spagnoli.
Dal 1997 collabora alle attività del Centro Italiano per gli Studi Storico-Geografici (ad oggi in qualità di Segretario-tesoriere) editore della rivista «Geostorie» di cui è Direttore responsabile, nonché organizzando convegni, seminari, corsi di formazione e mostre.

ATTIVITÀ DI RICERCA E RICERCHE IN CORSO

Lavora principalmente sulla cartografia storica come strumento per la ricostruzione degli assetti socio-territoriali del passato e sulla loro evoluzione storica, in particolar modo applicati all’Abruzzo montano e al fenomeno del banditismo, e come documento culturale che raccoglie le conoscenze geografiche e le credenze delle società del passato, ad esempio nel volume “Cultura geografica e cartografia in Italia alla fine del Cinquecento. Il Trattato Universale. Descrittione et sito de tutta la Terra sin qui conosciuta di Urbano Monte” uscito nella collana del Dipartimento di Studi storici geografici antropologici (Roma, Viella, 2012).
Le conoscenze e le rappresentazioni cartografiche dell’Asia orientale tra il XIV e il XVIII secolo sono oggetto di varie ricerche recenti.
Si interessa ai GIS e alla realizzazione di Guide mobili digitali, sia dal punto di vista della ricerca che come sussidio alla didattica della geografia.

Nel 2009 ha realizzato schede critiche e di approfondimento per il CD allegato al volume di Ilaria Luzzana Caraci  “Al di là di altrove. Storia della geografia e delle esplorazioni” (Milano, Mursia, CD-Rom).

CAMPI DI INTERESSE

Studi storico-geografici; storia delle esplorazioni; geografia storica; cartografia storica; sistemi informativi geografici; storia della geografia e del pensiero geografico; sviluppo locale; geostoria urbana.

I commenti sono chiusi.